Trattamento fibromialgia in tempi di COVID-19 (coronavirus)

quali attenzioni nella cura della fibromialgia per il covid? Cosa fare? Certamente questo virus ha condizionato pesantemente la vita di tutti noi in molti campi, compreso quello sanitario. Gli ospedali sono intasati e molti servizi sono rallentati o temporaneamente sospesi e aumentano i disagi per i cittadini. Sia per cure che interventi che, ricordo abbisognano sempre di precisione e di una buona organizzazione, conviene recarvisi solo in caso di necessità. Non fanno eccezione i problemi causati dalla fibromialgia.

A volte però i dolori sono importanti, la nostra vita sociale e lavorativa ne viene condizionata... l'urgenza c'è ed è meglio procedere prima che il problema peggiori e si aggravi. Mi spiace dirlo ma in questo caso è meglio rivolgersi, almeno per le cure, a un buon centro privato ben organizzato che certamente non ha come gli ospedali problemi di sovraffollamento.

Nel campo della fibromialgia una terapia veramente capace di migliorare la condizione e rallentare o evitare il peggioramento, efficace e poco invasiva, priva di effetti collaterali è l'ossigenoozonoterapia. Non solo per la fibromialgia ma anche per i problemi concomitanti. Purtroppo, già prima del covid, i servizi della sanità pubblica, relativi a questa metodica, erano (in Italia!) limitati. Erano attivi solo in alcune regioni e i pazienti dovevano rivolgersi a privati per ottene una cura seria e ben fatta.

Nel mio studio di Genova da oltre dieci anni miglioro spesso con successo molti casi con questa metodica. E' grazie alla mia predisposizione per la precisione e organizzazione che ho predisposto delle attenzioni particolari e all'avanguardia per il covid-19 capaci di rendere l'ingresso e la permanenza dei pazienti assolutamente sicura.

Oltre al normale rilevamento della temperatura, disinfezione delle mani, questionario telefonico e cartaceo pre-visita ( per individuare soggetti a rischio) ho a disposizione le più evolute attrezzature usate nelle sale operatorie per la sanificazione dell'aria e dell'ambiente in presenza di medici e infermieri (non sono nocive). Giornalmente alla chiusura viene usato l'ozono, il più potente contro batteri funghi e virus (approvato dal ministero della salute italiano protocollo 24482 e dalle CDC e EPA americane) .

Visita colloquiale con barriere in plexigas, guanti, mascherina e visiera da parte del medico in quella fisica. Disinfezione ulteriore delle superfici e maniglie con evoluta attrezzatura a vapore secco misto ad alcool e aerazione degli ambienti tra un paziente e l'altro. Organizzazione degli appuntamenti in modo da non creare contatti e incontri tra pazienti

Per ulteriori informazioni e per prenotare una visita contattare il numero 010 6455286 oppure il cellulare: 333 4591244