Ernia Discale e Mal di Schiena. Importanza della Postura

Una postura scorretta causa dei problemi discali? Certo che si, ma non solo, anche muscolari, respiratori, e circolatori. L'ernia del disco e i problemi della colonna sono quasi sempre frutto di un atteggiamento posturale errato. Anche nella fibromialgia, dove quasi sempre ci sono dolori e danni lungo la schiena o il collo, la responsabile è l'anomala contrattura muscolare in compartecipazione con la postura scorretta.

I dischi intervertebrali per durare a lungo sani hanno bisogno, come tutti gli organi, di una buona circolazione che porti nutrimento e smaltisca le tossine di scarto. Questi però hanno una circolazione un po anomala. Non sono nutriti direttamente dai capillari ma da una serie di aspirazioni e compressioni che si alternano quando camminiamo. Ecco perchè le persone sedentarie hanno più probabilità di manifestare problemi alla colonna persino più di chi fa lavori o sport usuranti.

I dischi hanno anche bisogno però di sostenere il peso del corpo o della testa in maniera uniforme. Se per una postura scorretta vengono compressi più da un lato o sul davanti o dietro, nel tempo subiranno un danno per l'alterato diffondersi delle sostanze nutritizie. Ecco perchè e importannte nella cura dell'ernia discale, e di tutti i problemi della colonna, intervenire anche sulla postura. Per fermare l'inevitabile progressione negativa dei dolori e delle condizioni discali, bisogna, quanto prima, tramite una visita posturale, individuare le cause degli scompensi e correggerli, o quantomeno migliorarli. Queste cause possono essere varie, tra cui: dismetria degli arti, malocclusione dentaria, problemi della vista, squilibri muscolari, dolori ad articolazioni di sostegno, appoggio plantare errrato.

Nel mio centro di eccellenza in ossigenoozonoterapia di Genova faccio quasi sempre una visita posturologica al termine della terapia. La faccio alla fine perchè una volta scomparsi i dolori l'atteggiamento posturale sarà quello naturale del paziente, non più condizionato dalle algie preesistenti. Individuato il problema do al paziente degli esercizi che lui potrà tranquillamente svolgere a casa in pochi minuti (oltre naturalmente a suggerire soluzioni plantari, dentali o della vista quando ce ne fosse bisogno).

Generalmente si assiste a un ulteriore miglioramento dell'esito delle precedenti terapie e a uno stabilizzarsi del benessere, rendendo molto meno probabili delle ricadute.